Day 6: Monument Valley - Moab

POSTED IN West USA 2011 Tags USA, West USA, viaggi

Il programma...

Distanza da percorrere oggi: 490km (Tempo in auto circa 6h20')

Oltre a macinare un sacco di km, oggi sperimenteremo il dono dell'ubiquità.. sì, perchè la prima tappa dopo la partenza dalla Monument Valley sarà proprio al Four Corners Monument, punto di incontro di ben 4 stati, Arizona, New Mexico, Colorado e Utah. Tassativa la foto in posizione assurda per poter dire.. "ero in 4 stati allo stesso tempo" :)

Col caldo che farà credo che sarà facile anche che i nostri corpicini passino dallo stato solido a quello liquido, sperimentando così anche questo genere di passaggio di stato :)

La prima vera sosta sarà per la visita del Mesa Verde National Park, per poi far rotta verso Moab, dove il Motel 6 ci ospiterà per ben 3 notti.

...ed ecco come è andata...

Apriamo gli occhi con lo stesso pensiero.. guardare fuori e vedere se l'alba è alle porte. Si intravvedono le primissime luci, mancherà ancora un'oretta al sorgere del sole, ma chi riesce a rimanere a letto in questo angolo di paradiso, che richiama però più i colori dell'inferno?

Ci vestiamo e usciamo sulla terrazza del The View dove già i primi adoratori del sole nascente sono in trepidante attesa.

Lucifero è già lì ad annunciare che presto il nuovo giorno verrà. Che spettacolo vedere il cielo dietro ai Mittens cambiare via via colore e godersi la brezza che sale dalla valle, cercando il punto migliore per catturare i primi raggi.

Prime luci sulla Monument Valley

Ed eccolo il Sole... proprio dietro il West Mitten.. sui visi delle persone che cercano di intrappolarlo nei loro scatti più belli c'è la stessa espressione silenziosa di stupore e contemplazione. Da brividi.

L'alba alla Monument Valley

Facciamo una squisita colazione e ci mettiamo in viaggio. Ci aspetta il Four Corners Monument, dove decine di turisti in fila attendono di farsi immortalare nelle pose più assurde per calpestare nello stesso istante il suolo dii quattro stati, Arizona, Nex Mexico, Colorado e Utah. Noi non siamo certo da meno!

Beppe al Four Corners

Io al Four Corners

Una pulitina ai vetri e proseguiamo entrando in Colorado, alla volta del Mesa Verde National Park, dove ci rechiamo subito al Visitor Center e prenotiamo una visita guidata alla Balcony House con un Ranger. Che avventura!

Beppe lavavetri

Si tratta di un gruppetto di abitazioni rupestri ovviamente posizionate in un posto assurdo, in un anfratto della parete a picco sulla vallata sottostante.

Mesa Verde - La Balcony House

Venancio, il nostro bravissimo ranger indiano, ci accompagna fin dentro alla Balcony House, prima giù verso valle, poi su per delle scalette ripide poggiate alla parete rocciosa, raccontandoci fieramente di questi popoli e delle loro usanze. Meglio non guardar sotto, ma nemmeno sopra (penso io), dato il volume del culone della tizia sopra la mia testa!!!

Mesa Verde - Scaletta alla Balcony House

Sapevamo delle scalette, ma il peggio deve ancora arrivare. Dopo la visita della casa, Venancio ci saluta consigliandoci di riflettere lungo la via del ritorno su come queste popolazioni dovessero difendersi da eventuali attacchi. Ammazza! Ci sentiamo dei provetti Indiana Jones, ci tocca accucciarci,  togliere gli zaini e gattonare in un buco buio nella roccia strettissimo. Rido come una pazza mentre ci passo a mala pena, pensando che se ci era passata la tizia col culone, ci passerà anche il mio :)

Eccoci alla Balcony House

Sbuchiamo quindi all'attacco di una specie di ferrata a strapiombo sulla vallata. Ahhhaha pensiamo io e Beppe.. la mamma qui si sarebbe bloccata stile mulo e non sarebbe più andata nè avanti nè indietro :)

Il mio culone nei cunicoli della Balcony House

Arriviamo alla sommità sani e salvi (e impolverati) e ci rimettiamo in viaggio. Miglia e miglia nel verdeggiante e irrigatissimo Colorado, fino ad entrare nello Utah, e finalmente a Moab, dove il tempo non promette nulla di buono.

Temporale in arrivo a Moab

Arriviamo al Motel 6 ed esausti ordiniamo una pizza in camera e schiattiamo a letto.

Beppe e la pizza di Moab

Loading...